Rieti

Dal 31 marzo al 2 aprile 1944, durante il grande rastrellamento nei comuni di Labro, Morro Reatino e Rivodutri, con incendi e saccheggi di intere frazioni, cui partecipano paracudisti tedeschi e militari rella RSI, a Morro Reatino circa 20 persone sono uccise per rappresaglia: Angelo Molinari, Dario Procoli, Paolo Armeni, Francesco Blasi, Giovanni Blasi, Costantino Rossi, Pietro Rossi, tutti in località Collatea. Mentore Blasi e Francesco Petrera in località Fornacchione. Riccardo Toni a Morro, Mario Forlani, località Fosso di Fico, Alfredo Tarani, località Pacce, Carlo Comaccetto, località Ripa Signora,  Stefano Di Giuli, Morro, Luigi Blasi, località S. Valentino. (Cipolloni, 151)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenta