Rieti

La mattina del 3 aprile, a Borbona, un nutrito reparto tedesco, con numerosi fascisti locali al seguito, uccide 6 persone tra cui il contadino Francesco Di Muzio, seduto presso la propria vigna, e 5 uomini che vengono condotti a Posta, presso il comando tedesco, e fucilati il giorno successivo. (Atlante)

Commenta