Rivodutri e Poggio Bustone

1-2 Aprile 1944. Il rastrellamento nazifascista prosegue in questi comuni, dopo un cannoneggiamento, con requisizioni alimentari e cattura e deportazione di uomini validi. 11 partigiani e 9 cittadini restano uccisi. Tra gli uccisi due partigiani (Nazzareno Batacchiola e Antonio D’Angelo) e tre civili (Pasquale Desideri, l’ultrasettantenne Flaminio Molinari e il pastore Felice Parmegiani). Poi, nella giornata, vengono uccisi altri sei partigiani. (Ricciotti Lazzero, 263)

Commenta