Sant’Apollinare

Dati del Comune

Abitanti: 2.059 (1936) – 2.889 (1951). Superficie 18,02 kmq. Altitudine m.51 slm. E posizionato nella parte meridionale del fiume Liri. Comuni confinanti: Sant’Ambrogio sul Garigliano, Sant’Andrea del Garigliano, Vallemaio, San Giorgio a Liri , Pignataro Interamna, Cassino.

 

La motivazione della decorazione

Sant’Apollinare è Medaglia d’argento al merito civile:

Piccolo centro, situato sulla linea Gustav, durante l’ultimo conflitto mondiale, fu bersaglio di numerosi e violenti bombardamenti aerei e terrestri che causarono la morte di centosessanta cittadini, tra cui anziani, donne e bambini ed ingentissimi danni all’abitato e al patrimonio artistico. Splendido esempio di sacrificio ed amor patrio. Sant’Apollinare (Fr), 1943-1944.

 

Le vicende belliche e resistenziali

Il paese venne bombardato per la prima volta agli inizi di settembre 1943 e subì numerosi cannoneggiamenti che provocarono stragi di sfollati.

Gli abitanti hanno subìto una sofferenza comune a tutti i centri del Frusinate situati sulla linea “Gustav” o nei pressi di essa, specie a partire da metà gennaio 1944, quando gli Alleati tentarono, senza fortuna, lo sfondamento delle difese tedesche.

Il paese venne liberato il 13 maggio dalla 1° Divisione di fanteria francese.

A guerra finita, il 95% delle abitazioni risultarono distrutte.

 

La memoria

Il Comune fa parte del “Gran percorso della memoria” del SER.A.F.-Servizi Associati Comuni del Frusinate.

 

Bibliografia

La grande enciclopedia della tua regione. Il Lazio (52), p.86.

Guida alla visita dell’Historiale e del gran percorso della memoria, Cassino 2013, p.32

(a cura) G.Giammaria, L.Gulia, C.Iadecola, Guerra, Liberazione Dopoguerra in Ciociaria 1943-45, (cit.), p.157.

Wikipedia, ad nomen.

Commenta