Vallemaio

Militi del locale comando della 44° divisione di fanteria, effettuano un rastrellamento in località Pastinovecchio, uccidendo per primo il dottor Domenico Fargnoli, sospettato di essere in contatto con un gruppo di informatori degli Alleati. Condotto fuori casa, Fargnoli viene fucilato e il suo cadavere è gettato in un pozzo vicino casa. Altre quindici persone vengono invece prelevate dalle case circostanti e rinchiuse in una stanza. Dall’esterno aprono poi il fuoco verso l’interno, buttando infine delle bombe a mano, senza effettuare nessuna separazione tra adulti, anziani e bambine. Muoiono così dieci persone, mentre se ne salvano cinque. (Atlante)

Commenta