Cervaro

 

Dati del Comune

Abitanti: 6.502 (1936) – 6.654 (1951). Superficie 39,41 kmq. Paese posizionato nella piana cassinate. Altitudine 250 m. slm. Comuni confinanti: Cassino, San Vittore del Lazio, Sant’Elia Fiumerapido, Vallerotonda, Vitucuso.

La motivazione della decorazione

Cervaro è Medaglia d’argento al merito civile, conferita il 5.12.2002:

Centro strategico sulla linea Gustav, occupato dalle truppe tedesche impegnate a bloccare l’avanzata alleata, veniva sottoposto a violenti bombardamenti ed efferate azioni di guerra, che provocavano numerose vittime civili e la quasi totale distruzione dell’abitato. La cittadinanza sopportava con indomito coraggio e dignitosa fierezza la rappresaglia e la violenza nazista e dava testimonianza di numerosi episodi di solidarietà e di eroica resistenza all’oppressore. Cervaro (Fr), novembre 1943.

 

Le vicende belliche e resistenziali

Pur essendo stato liberato il 12 gennaio 1944 dalle truppe del 168° Reggimento di fanteria americano, Cervaro, per la sua posizione geografica, sul versante opposto di Montecassino, vi si installò il Quartier generale delle truppe polacche durante il bombardamento dell’Abbazia del 15 febbraio 1944.

Due giorni prima, era avvenuto il furto, da parte di due uomini e di un ragazzo, di una motocicletta tedesca. Il soldato, seguendo le tracce sul terreno fangoso, raggiunge il posto dove i tre si erano rifugiati e dove erano accampate altre persone. Non riuscendo ad identificare chi avvesse prelevato la moto, scaricò il suo mitra sul gruppo, uccidendo 14 persone.

 

Originario di Cervaro era il carabiniere medaglia d’oro al valor militare Vittorio Marandola, ucciso dai tedeschi a Fiesole (Fi) il 12 agosto 1944 con altri due commilitoni per essersi sacrificati al posto di alcuni ostaggi.

 

La memoria

Cervaro fa parte del “Gran percorso della memoria” del SER.A.F.-Servizi Associati Comuni del Frusinate.

  • Monumento a Vittorio Marandola
  • Monumento alle 14 vittime – Palazzo comunale

 

Bibliografia

La grande enciclopedia della tua regione. Il Lazio (14), pp. 280-81.

(a cura) G.Giammaria, L.Gulia, C.Iadecola, \Guerra Liberazione Dopoguerra in Ciociaria 1943-45. Amministrazione provinciale di Frosinone, Frosinone 1985, p.91

Wikipedia, Ad nomen.

Commenta