Fochetti Angelo

 

Nato a Vignanello (Viterbo) il 2 dicembre 1915-caduto a Roma, il 24 marzo 1944, alle Fosse Ardeatine. Figlio di Francesco e di Maria Cecchini, Angelo nasce a Vignanello, sui Monti Cimini, qualche mese dopo l’entrata in guerra dell’Italia nel primo conflitto mondiale. Proprio a causa della Grande guerra, Angelo rimane orfano di padre e all’età di tre anni, giocando con un ferro da calza, si ferisce un occhio da cui perde la vista. Nonostante ciò, riesce a portarsi avanti con gli studi, si diploma brillantemente e viene assunto presso la sede centrale del Banco di Santo Spirito a Roma. Grazie alla linea ferroviaria, Angelo raggiunge quotidianamente la sua sede di lavoro con il treno e continua a vivere con la madre a Vignanello, in via Cupa n.15. L’8 settembre 1943 aderisce alla Resistenza ed entra a far parte dell’organizzazione militare “Volontari della Libertà” e collabora con i gruppi partigiani che agiscono sui Monti Cimini con il compito di procurare, smistare e distribuire materiale di propaganda. Il fatto di lavorare a Roma gli consente di mantenere contatti anche con le formazioni di Bandiera Rossa. Il 21 febbraio 1944, Angelo è a Roma, nel quartiere Monti. Ha appena incontrato suo cugino, Aldo Chiricozzi, con il quale si vede spesso. Aldo è impiegato postale, e anche lui lavora facendo il pendolare con Civitavecchia. I due si trovano insieme a via Clementina, di fronte all’albergo Littorio, quando le SS li arrestano entrambi per portarli a via Tasso. L’accusa è di stampa e detenzione di materiale di propaganda. Angelo rimane in arresto fino al 24 marzo 1944, quando, dopo l’azione partigiana di via Rasella, viene condannato a morte per rappresaglia e trucidato insieme al cugino Aldo alle Fosse Ardeatine, all’età di 28 anni. A Roma porta il suo nome Largo Angelo Fochetti, tra la circonvallazione Ostiense e piazza dei Navigatori a Roma. Riposa nel Mausoleo delle Fosse Ardeatine, sacello 85.

Anfim, archivio, fascicolo nominale; La Bella, Mecarolo, Amadori, pp. 121-22; MSL scheda n. 408

 

Commenta