Vallemaio (Frosinone)

9 maggio 1944, martedì – Vallemaio (Frosinone), località Pastinovecchio: i tedeschi trucidano 11 persone tra le quali donne e bambini. Tra queste persone anche il medico condotto del paese, Domenico Fragnoli, il cui cadavere è gettato in un pozzo vicino casa. Le vittime sono: Giacinta Castrichino, 1939, Mariantonia Castrichino, 1903, Maria Teresa Castrichino, 1944, Maria Teresa Crispino, 1905, Gennraio D’Alessandro, 1903, Giuseppa D’Alessandro, 1880, Salvatore, D’Alessandro 1929, Emilio De Bellis, 1926, Arcangelo, Fargnoli, 1897, Domenico Fargnoli, 1904, Fiorino Maria Carmina 1891. La strage del 9 maggio avviene dopo una lunga serie di violenze: a novembre, accusato di spionaggio, era stato fucilato Antonio Mattia; tra febbraio ed aprile si erano verificate diverse uccisioni di uomini renitenti dalla leva o che cercavano di sottrarsi al lavoro coatto; a fine marzo un rastrellamento tedesco, per individuare possibili ribelli nelle località di Fontanella e Vicinato, si era concluso con l’uccisione di un giovane scappato alla leva e di quattro anziani che si erano rifiutati di lasciare le proprie case. (Guida, 549; Atlante)

Commenta