Bonanni Luigi

Figlio di Angelo Felice e di Angela Fedeli, nasce a Camerata Nuova, sui Monti Simbruini il 10 marzo 1910- caduto a Roma il 24 marzo 1944 alle Fosse Ardeatine, Luigi emigra a Roma, dove trova lavoro come operaio specializzato e autista presso lo stabilimento Pirelli di Roma in via Gubbio. Con l’entrata in guerra dell’Italia, viene richiamato alle armi e trasferito a Orte per unirsi all’81°reggimento Fanteria. Con l’occupazione tedesca, aderisce al MCd’I – Bandiera Rossa, nel cui ambito svolge attività di staffetta e di propagandista. Viene arrestato insieme alla moglie il 23 febbraio 1944 probabilmente per una delazione nella sua abitazione romana in via Arezzo 18. Durante la perquisizione i due coniugi sono sottoposti a minacce e violenze mentre in casa viene rinvenuto materiale di propaganda. A questo punto Luigi viene condotto prima a via Tasso e poi è trasferito nel carcere di Regina Coeli. Resta in cella fino al 24 marzo 1944, giorno in cui, dopo l’azione partigiana di via Rasella, viene inserito nella lista dei condannati a morte per rappresaglia e trucidato all’età di 34 anni alle Fosse Ardeatine. Nel mausoleo delle Fosse Ardeatine occupa il sacello n.280.

Ascarelli 1992, p. 164; Mslr n. 90, archivio di via Tasso, scheda carceraria di Regina Coeli;  Ascarelli 1992, p. 164; D’Agostini – Forti 1965, p. 379; sito Anfim; Anfim, archivio, fascicolo nominale, comune di Camerata nuova (RM); http://www.mausoleofosseardeatine.it/vittime/dettaglio/?id=30.

 

Commenta