Civitella d’Agliano (Viterbo)

13 giugno 1944, mercoledì – Civitella d’Agliano (Viterbo): i tedeschi in ritirata passano per le armi una bambina. Lo stesso giorno, alle ore 6 del mattino, Sestilia Frigi viene uccisa davanti al marito. Altri due civili, padre e figlio, vengono catturati, torturati e fucilati. I loro corpi vengono poi sepolti a testa in giù. (Atlante)

Commenta