Fiuggi (Frosinone)

27 maggio 1944, sabato – Fiuggi (Frosinone). Due soldati tedeschi requisiscono latte, ciliegie e vino dall’abitazione di Angela Maria Rossi, contadina cinquantacinquenne nativa di Alatri e residente a Tecchiena. Dopo essersi sentiti male, i soldati vengono ricoverati in ospedale, dove i medici tedeschi scambiano un’intossicazione alimentare per un tentativo di avvelenamento. Prelevata e percossa, Angela Maria Rossi viene portata a Fiuggi, dove – con il benestare del capo della provincia della RSI – subisce un processo sommario e viene impiccata ad un traliccio della linea tranviaria Roma-Fiuggi, davanti al cancello dell’albergo Villa Igea. (Atlante)

Commenta