Martella Angelo

Nato a Capranica l’8 ottobre 1908-caduto il 24 marzo 1944, alle Fosse Ardeatine, Roma. Di mestiere autista, si trasferisce a Roma, in via degli Olivi 47/II, in zona Centocelle. Detenuto nella cella 263 del carcere di Regina Coeli dal 13 marzo 1944, vi rimane fino al 24, giorno in cui, in seguito all’azione partigiana in via Rasella, viene prelevato dai prigionieri a disposizione dell’Aussen Kommando e inserito nella lista dei condannati a morte per rappresaglia. È trucidato alle Fosse Ardeatine all’età di 35 anni. Riposa nel Mausoleo nel sacello 322. Il quartiere romano di Centocelle lo ricorda insieme agli altri partigiani di zona caduti con una lapide in piazza delle Camelie.

Mogavero (2016), p. 149; Ascarelli 1992, p. 185; La Bella, Mecarolo, Amadori (1996), pp. 147-8; MSL, scheda carceraria di Regina Coeli; sito Anfim; Ascarelli 1992, p. 185; Anfim, archivio, fascicolo nominale; 588/ Anpi provinciale: 5144

Commenta