skip to Main Content

Santuario Maria SS. della Delibera. Terracina (Latina)

La storia

Fino all’anno 1889 è esistita nella stessa località una piccola cappella con annesso romitorio. La fama dei prodigi operati dalla Madonna della Delibera richiamò l’attenzione delle persone provenienti anche da località lontane, da rendere insufficienti e sproporzionate alla devozione e al numero dei pellegrini le già modeste dimensioni della cappella. Si pensò allora di darle un conveniente ampliamento. Il Santuario fu consacrato nel 1896 su disegno dell’ingegnere Filippo Liberati. Negli anni della Seconda guerra mondiale, 1944-45, fu danneggiata in modo gravissimo ma poi restaurata, nonostante le molteplici difficoltà economiche e ambientali di quegli anni.

Ex voto

Gli ex voto di guerra, sono esposti e custoditi nei locali interni del Santuario. Si tratta di ex voto a forma di quadri dipinti e quadri nicchia, che all’interno contengono fotografie che ritraggono soldati, biglietti scritti, oggetti e cuori d’argento. Di seguito si elencano alcuni di questi quadri, tra i più significativi.

1- Quadro olio su tela. Ex voto raffigurante un bombardamento aereo di un accampamento di soldati sul fronte greco. In alto a sinistra si vede l’immagine della Madonna della Delibera.

2-L’ex voto è rappresentato da un quadro dipinto, raffigurante un’imboscata che subiscono tre soldati, ad opera di ribelli che li sorprendono sparandogli da un muretto al lato della strada. In alto a destra, si vede l’immagine della Madonna della Delibera. In basso, lungo una fascia bianca e descritto l’evento, viene inserita una fotografia del soldato miracolato.

3-Tavola dipinta incorniciata raffigurante, a destra, una zona di combattimento, a sinistra, un soldato che dorme in una casa. In alto si vede l’immagine della Madonna della Delibera. Sotto si legge un’iscrizione lungo una fascia bianca che descrive il voto, accompagnato dalla fotografia in bianco e nero del soldato. Nell’iscrizione si legge: “In zona di combattimento il soldato Iannucci Giulio mentre sostava tra la veglia e il sonno in una casa diroccata gli appariva l’immagine della Delibera che lo liberava sempre da ogni pericolo. E. R. 11-2-1942”.

4-Quadro dipinto raffigurante tre soldati nascosti in trincea mentre si riparano dalle esplosioni dell’artiglieria nemica. In alto a sinistra si vede l’immagine della Madonna della Delibera. In basso è esposta la fotografia di un soldato.

5-Ex voto a forma di quadro incorniciato a colori contenente l’immagine di una giovane sfuggita all’aggressione di un soldato in un bosco. La giovane è salva per intercessione della Madonna della Delibera, San Cesareo e San Giovanni Battista, rappresentati in alto a destra.

6- Quadro disegnato. Sul lato destro, c’è l’immagine della moglie del soldato Angelo Proia mentre legge la lettera spedita dal marito. In alto si nota l’immagine della Madonna della Delibera. Sul lato sinistro si vede l’immagine del 122 Fanteria con i soldati che vengono travolti da una valanga. Al centro compare la spiegazione del quadro.

7-Ex voto, a forma di quadro dipinto, raffigurante una nave e dei naufraghi in balia delle onde in attesa di essere salvati. Sotto l’immagine  è un’iscrizione lungo una fascia bianca che descrive il voto. In alto a destra, si vede l’immagine della Madonna della Delibera; a sinistra, è posto un cuore d’argento con fiocco bianco.  In basso, tre fotografie di naufraghi miracolati, due marinai e un soldato. Nell’iscrizione si legge: “P.G.R. – Il giorno 13-10-1943 – mentre venivamo deportati in Germania con una nave, questa improvvisamente fu colpita da siluri è affondò nelle acque del Mare Ionio – Dopo essere stati, i naufraghi, per ben 4 ore in balia delle onde, e versando in fin di vita, e dopo aver invocato per aiuto la Beata Vergine della Delibera, venne miracolosamente, da un motoveliero raccolti – Offrono. Valenti Francesco – Di Vetta Renato – Marzullo Vincenzo”.

8- Ex voto con scene di guerra. il primo quadro raffigura una scena di battaglia e dei soldati mentre combattono sul fronte; si vede una trincea e varie linee di commilitoni sul campo. In primo piano un cannone di artiglieria e varie esplosioni a distanza. In alto a sinistra è l’immagine della Madonna della Delibera. Il secondo dipinto raffigura l’invasione dell’esercito italiano durante la conquista della costa dell’Africa del Nord. La bandiera con il tricolore issata sullo sfondo sancisce la vittoria. L’immagine della Madonna della Delibera in alto e l’assenza di caduti sul capo evidenziano la vittoria conseguita.

 

Bibliografia

1.“Ex voto tra storia e Antropologia”, a cura di Emilia de Simoni, Seminari e convegni del Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari, Roma 1986.
2. Il Santuario della Delibera e i Cappuccini”, Fra Girolamo di Rosa.

Info: Santuario Maria SS. della Delibera, Piazzale della Delibera

Sito web: www.santuariodelibera.it

 

 

Back To Top